Taglio al laser

Questa sezione presenta esempi di taglio basato sulla tecnologia laser.

Principi base del taglio mediante marcatori laser

Il taglio al laser consiste nel taglio e nella vaporizzazione della superficie di un materiale servendosi di un laser.
In genere, il taglio non al laser comporta l'uso di uno stampo o di una lama. Trattandosi di metodi con contatto, vi è sempre il rischio che durante la lavorazione si sviluppi una distorsione. Il taglio al laser, invece, è senza contatto, quindi il rischio di distorsioni o di problemi simili è minimo. Di conseguenza, il taglio al laser è idoneo per la lavorazione di target come lastre sottili e pellicole.

Taglio di aperture
Taglio di aperture
Taglio di aperture
  • Rame
    Rame
  • Poliimmide
    Poliimmide
  • Alluminio
    Alluminio

Esempio di taglio al laser - Taglio al laser del rivestimento di fili elettrici

Spiegazione dell'applicazione

Taglio al laser del rivestimento di fili elettrici

I metodi tradizionali per tagliare il rivestimento di un filo elettrico comportano il taglio a contatto con una lama. Questi metodi sono difficili da regolare e vi è il rischio di danneggiare i fili interni. Inoltre, per mantenere il filo della lama di taglio è necessario sostituirla periodicamente, cosa che aumenta i costi di gestione.
Dato che i laser CO2 non sono assorbiti dal metallo (ma vengono invece riflessi), non vi sono rischi di tagliare accidentalmente i fili interni. La capacità di tagliare in modo affidabile solo la pellicola esterna significa meno target difettosi e una qualità migliore.

Quando si lavora un cavo coassiale, il rivestimento viene tagliato utilizzando un laser CO2 che non viene assorbito dal metallo, mentre il metallo del conduttore interno e di quello esterno a maglia viene tagliato con un laser YVO4 particolarmente idoneo. Ciò consente una lavorazione simultanea sfruttando le varie caratteristiche di ciascun laser.

Tecnica combinata con laser CO2 e laser YVO4
Tecnica combinata con laser CO2 e laser YVO4
Taglio simultaneo di due lati dei fili elettrici

Inoltre, l'utilizzo di una superficie a specchio come un materiale SUS consente di riflettere la luce laser per tagliare contemporaneamente entrambi i lati del filo elettrico. Le lavorazioni dei due lati possono così essere ultimate in un'unica fase, riducendo drasticamente i tempi di produzione e migliorando l'efficienza della produzione.

Principi base della marcatura a rasatura superficiale mediante marcatori laser

La possibilità di cambiare in modo flessibile la potenza e la velocità di scansione di un laser consente di eseguire tagli, incisioni o scanalature su un target a diverse profondità. L'esempio della lavorazione di etichette che segue utilizza una bassa potenza laser per la marcatura e una potenza elevata attorno alla marcatura per tagli superficiali.

Marcatura a rasatura superficiale di etichette
Marcatura a rasatura superficiale di etichette
Marcatura a rasatura superficiale di etichette

Esempio di marcatura a rasatura superficiale - Realizzazione di fori su pellicola

Spiegazione dell'applicazione

Uno dei migliori esempi di taglio superficiale è la foratura realizzata su buste e altri prodotti per facilitare lo strappo a mano. I metodi tradizionali prevedono l'uso di una lama per praticare tagli superficiali, ma questo presenta vari problemi, come difficoltà di regolazione e tempo richiesto per cambiare le impostazioni tra un tipo di prodotto e l'altro. Questo metodo richiede anche la sostituzione periodica della lama, con conseguente aumento dei costi di gestione, senza contare che esiste sempre il rischio che la lama si rompa nella busta.

Realizzazione di fori su pellicola

Vantaggi della lavorazione laser

La mancanza di componenti di consumo aiuta a ridurre i costi e a migliorare la produttività.

Con la lavorazione laser senza contatto si possono ridurre drasticamente i costi di gestione grazie all'eliminazione della manutenzione e della sostituzione delle parti usurate richiesta con i metodi tradizionali. Inoltre, poiché le parti non si consumano e non incidono negativamente sulla qualità della lavorazione, è possibile garantire una lavorazione stabile e migliorare la produttività.

Supporto per diverse dimensioni del prodotto e forme 3D

L'uso di un marcatore laser 3D consente di impostare la distanza focale su un qualsiasi valore fino a 42 mm. Si elimina così la necessità della messa a fuoco utilizzando l'attrezzatura di sollevamento per la testina di marcatura o maschere di ricezione per ogni tipo di target. Questo contribuisce notevolmente non solo alla riduzione dei costi di installazione, ma anche del tempo speso per i cambi.

Metodo tradizionale
I metodi tradizionali richiedevano maschere, attrezzature per la regolazione dell'altezza, ecc.
Necessarie maschere, attrezzature per la regolazione dell'altezza, ecc.
Marcatore laser 3D
Marcatura con un marcatore laser 3D a distanze focali fino a 42 mm
Marcatura a distanze focali fino a 42 mm

Modelli consigliati per il taglio al laser, organizzati in base al materiale

Home