GD&T di parti non rigide

Le parti come quelle in gomma o resina, la cui deformazione oltre quanto specificato nel disegno è presunta per via del rilascio della sollecitazione interna generata durante il processo di produzione, sono chiamate parti non rigide.
Per le parti non rigide, si indica la tolleranza geometrica in uno stato libero (uno stato in cui è applicata solo la forza di gravità). È inoltre necessario indicare che la parte non è rigida e le condizioni alle quali è garantita le tolleranza geometrica allo stato libero (come la direzione della gravità).

Annotazioni di parti non rigide

In generale, la tolleranza geometrica si applica alle parti rigide. Per le parti che si deformano oltre la tolleranza dimensionale o la tolleranza geometrica in uno stato libero, si scrive dopo la tolleranza geometrica nel quadro di controllo della feature per indicare che la parte è un target non rigido.
"F" significa "free state" (stato libero) e significa applicare la tolleranza in uno stato libero.

Annotazioni di parti non rigide

Esempio di specifica delle parti non rigide

L'esempio di indicazioni riportato sotto specifica che "In qualsiasi orientamento, il datum B deve avere una rotondità entro 5,0 mm e il run-out circolare sul lato sinistro viene applicato in condizione vincolata".

Esempio di specifica delle parti non rigide

Home